Revisori dei conti

Il Collegio dei Revisori dei Conti è composto da tre membri effettivi, tra cui il Presidente, e due supplenti e dura in carica 3 anni; i suoi componenti possono essere riconfermati. Il mandato termina con l’approvazione del Bilancio d’esercizio relativo all’ultimo esercizio di carica.

I componenti sono nominati dal Collegio dei Fondatori.

In caso di morte, di rinunzia o di decadenza di un Revisore, subentrano i supplenti in ordine di età. I nuovi Revisori restano in carica fino alla successiva adunanza del Collegio dei Fondatori, la quale dovrà provvedere alla nomina dei Revisori effettivi e supplenti necessari per l’integrazione del Collegio. I nuovi nominati restano in carica per la durata del mandato dei loro predecessori. In caso di sostituzione del Presidente, la presidenza è assunta, fino alla successiva adunanza del Collegio dei Fondatori, dal Revisore più anziano.

Attribuzioni

Se con i Revisori supplenti non si completa il Collegio, deve essere convocata senza indugio l’adunanza del Collegio dei Fondatori perché provveda all’integrazione del Collegio medesimo.

Al Collegio del Revisori sono attribuite le funzioni previste dall’art. 2403, l° comma, del codice civile, da altre leggi, da disposizioni ad esse applicabili e dalle norme del presente Statuto. Il Collegio verifica se il bilancio d’esercizio corrisponde alle risultanze delle scritture contabili se esso è conforme alle norme che lo disciplinano.

I Revisori effettivi possono – su invito – intervenire alle adunanze del Collegio dei Fondatori e del Consiglio di Amministrazione.

Il Collegio deve riunirsi almeno ogni trimestre; esso delibera a maggioranza assoluta. I verbali delle riunioni sono firmati dagli intervenuti. Il Revisore che, senza giustificato motivo, non partecipi a tre riunioni consecutive del Collegio, del Collegio dei Fondatori e del Consiglio di Amministrazione decade dall’ufficio.

Il Collegio dei Revisori dei Conti redige apposita relazione al Bilancio d’esercizio ed al Bilancio preventivo.

La riunione del Collegio dei Revisori dei Conti si può tenere anche in collegamento audiovisivo. In talcaso devono essere assicurate l’individuazione di tutti i partecipanti in ciascun punto del collegamento, la possibilità di ciascuno dei partecipanti di intervenire, di esprimere verbalmente il proprio avviso, di visionare, ricevere o trasmettere tutta la documentazione, nonché la contestualità dell’esame e della deliberazione. In caso di riunione in collegamento audiovisivo, la riunione del Collegio si considera tenuta nel luogo di convocazione del Collegio, in cui deve essere presente almeno un Revisore.

 

 


Back to Top ↑